La barca di Iside

Aggiornamento: 31 mag

L'origine della Pasqua

La prima domenica di plenilunio dopo l'equinozio di primavera, si celebra la resurrezione del Sole, astro che con la sua luce apre alla coscienza del nuovo con il transito e inizio nel segno di Ariete.

Pasqua dal greco pascha, a sua volta dall’aramaico pasah significa passaggio, liberazione inteso come passare oltre e se pur il Cristianesimo delle origini ne racchiude il seme, la Pasqua nella sua interpretazione simbolica affonda le radici nella celebrazione del Navigium Isidis, la nave di Iside.

Questo festoso rito in maschera dell'antico Egitto, era dedicato al viaggio di Iside, Dea dell'amore e della magia che dopo aver ritrovato il corpo smembrato del suo sposo Osiride, lo ricompone nelle sue parti e lo fa risorgere.

In questo rito, Iside veniva celebrata in quanto simbolo del Principio femminile e fertilità, la festa consisteva in un corteo in maschera in cui un'imbarcazione di legno veniva ornata di omaggi floreali e con la tradizione cattolica, il Navigium Isidis è stato diviso in Pasqua (resurrezione dopo l'equinozio di primavera), e Carnevale (carrus navalis, la processione delle maschere).




Anche l'uovo racchiude in se un significato profondo e metaforico, è l'archetipo della purezza originaria oltre la corruzione della materia, nelle varie culture del mondo è infatti associato alla creazione che racchiude l’embrione della vita, intesa come rinascita e resurrezione interiore.

L'uovo cosmico lo ritroviamo anche in tre Arcani dei Tarocchi.

A fianco al trono della Sacerdotessa, principio femminile di purezza e intuizione che ne custodisce il segreto dentro un guscio come a proteggerlo dall'interno, nell'Imperatore che ne porta conoscenza al mondo per agire solidamente e difenderne gli ideali, nel Mondo, ultimo Arcano, dove la coscienza rinnovata risorge dopo la morte del vecchio se.


Arcani dei Tarocchi come specchio del cammino interiore

I Simboli e archetipi fanno parte del nostro inconscio, quindi risuonano in noi in maniera intuitiva, aprendo un canale di comunicazione privilegiato, fluido e privo delle sovrastrutture razionali con il nostro inconscio. Questi simboli li ritroviamo nelle Lame dei Tarocchi ed è per questo, che entrare in comunicazione con loro semplicemente osservandoli, o dipingendoli, può metterci in contatto immediato con la parte più profonda e autentica di noi, permettendoci così di tirare fuori le risposte che cerchiamo all’esterno ma che, in realtà, vivono già dentro di noi.

Vediamo ora le cinque carte che contengono l'uovo cosmico



La Papessa Arcano II


Sacerdotessa di Iside, Dea lunare della notte profonda. Immaccolata concezione della divina essenza.

Dietro il suo velo, si cela il mistero dell'intima conoscenza, quel sapere che la sola intuizione può portarlo alla luce..

L'uovo al fianco del trono, bianco come la Luna e la pelle del viso che ne richiama la forma, racchiude il mistero della vita nella sua essenza purificata che, nella sua femminile e ricettiva calma, attende nella gestazione la sua individuale trasformazione

interiore, l'Essere nuovo ispirato alla verità.








L'Imperatore Arcano III

Questo archetipo rappresenta la stabilità dell'azione che si attiva nel mondo e la sua capacità di agire concretizzando risultati solidi e duraturi. L’aquila dello stemma dell’Imperatore, guarda in direzione opposta rispetto all’aquila dell’Imperatrice, come a creare un equilibrio, se ben si guarda sotto le sue piume sta covando un uovo, dettaglio fondamentale per comprendere questo Arcano. Così come l’Imperatrice ha un nucleo maschile nella sua femminilità (l’aquila dell’Imperatrice era di sesso maschile), l’Imperatore è accompagnato da un’aquila femminile in piena cova, che ricorda la Papessa. Questa particolare simmetria ci ricorda come nell'equilibrio degli opposti si fonda il principio di stabilità e armonia.






Il Mondo Arcano XI


L'ultimo Arcano delle Lame dei Tarocchi, rappresenta il compimento finale del viaggiatore solitario che si appresta a conoscere se stesso e la natura di tutte le cose.

All'interno di un Uovo Cosmico contornato da un'azzurra ghirlanda, appare una donna senza vesti che sembra danzare, in alto e in basso ai quattro angoli cardinali a sostenerlo quattro simboli degli elementi.

L'angelo dell'acqua che nutre il sentimento, l'aquila dell'aria e del purificato intelletto, il toro della terra che concretizza l'idea e il leone del fuoco degli animi ardenti.

L'Anima Mundi si schiude alla vita, trasmuta se stessa in una libera danza che fuori dell'involucro si libera all'etere

E' il compimento finale della sua creazione





17 visualizzazioni0 commenti
download.png